S.jpg

With my brother (left) in our native Dolomiti Mountains  -  Con mio fratello (a sinistra) tra le Dolomiti ove siam nati e cresciuti. 

Chi sono                                                                 (english below)

Sono un uomo di montagna.

Boschi ed arrampicate fanno parte di me sin da quando son bimbo; eppure, amo anche i vasti, ampi spazi del Nord.  Spazi bianchi che mi portano la corsa indisturbata del vento, spazi di boschi infiniti che sussurrano al mio cuore un'energia sconosciuta e primordiale, quella della nostra Madre Terra.
Spazi che nascondono remote montagne senza nome, quelle non alla moda, per intenderci.  Luoghi ove posso ritrovare la mia affinità con la grande wilderness (e quindi con me stesso); null'altro conta, per me.


Vivo le montagne e gli spazi selvaggi con profondo Amore e Rispetto, senza alcun desiderio di "conquista"; non sono un "No limits man...": ciò che amo è Ascoltare la Natura, nostra Casa.
 

Un modo per  riscoprire da dove vengo e per ritrovare radici "perdute".

Da anni la mia modalità di "Ritorno alla Terra" fa nascere e motiva ogni

nuova traversata o salita con gli sci

tra le aree più remote e selvagge del nostro Pianeta (odio chiamar questi viaggi exploit o spedizioni...!) ; son semplici avventure che agisco per me stesso, certamente, ma non solo.

Qualche anno fa, ad esempio, ho sciato in 5 mesi attraverso l'intera Alaska (dal Pacifico all'Oceano Artico) , un "viaggio" che ebbe un obiettivo specifico (clicca sotto su "Alaska").

 

Questo è anche il motivo per cui vivo in una baita in tronchi costruita con le mie sole mani, tra le Dolomiti. Ma spesso, vivo e lavoro anche tra le montagne della Scandinavia settentrionale, un luogo di straordinaria bellezza che da sempre definisco la mia "Piccola Alaska"...

Niente acqua all'interno,

la prendiamo dal vicino torrente...

Nessuna luce, tranne quella delle candele...

Nessun altro tipo di riscaldamento se non la grande stufa a legna...

Qui ho cresciuto mio figlio che divenne più Sami di un ragazzo Sami... E più selvatico dei Corvi con cui parla ed il vento e gli spazie la spiritualità dei nativiche ha imparato a respirare ed amare.

Vicino alla nostra baita tra le Montagne scandinave, gestiamo anche un "Wilderness Lodge" per tutti coloro che potrebbero fossero interessati a respirare le Vere Terre Selvagge (clicca sotto).

 

Poichè condividere quanto ho appreso ad amare sin da piccolo è una delle mie grandi passioni, anche.

S

S

S16

S16

All'unico corso di alpinismo frequentato a 14 anni, con mio fratello (io in alto, lui a destra)

S17

S17

A 15 anni quando apprendevo a salire in ghiaccio.

S1

S1

A 16 anni, le prime uscite sui ghiacci delle alte quote...

S3

S3

A 16 anni, le prime uscite sui ghiacci delle alte quote...

S19

S19

A 17 anni in inverno sulla Hintergrat, Ortles.

S20

S20

S21

S21

1985 - l'estate dei 18 anni affrontammo le prime grandi pareti Nord delle Alpi.

S22

S22

1985 - l'estate dei 18 anni affrontammo le prime grandi pareti Nord delle Alpi.

S4

S4

Sul Traverso della Micheluzzi, Piz Ciavazes, 1985...

S24

S24

1987 - Traversata Invernale delle Alpi a soli 20 anni. Le foto son in vetta al M. Bianco.

S5

S5

1987, intera estate nel Gruppo del M. Bianco.

S6

S6

1997 - Traversata delle Icefield Ranges e Mount Logan, Canada/Alaska

S25

S25

1993 - Traversata invernale in cresta della Corona Imperiale delle Alpi Svizzere: dal Weisshorn al Cervino e dal Cervino al Nadelhorn passando per Taschorn e Dom.

Who I am

I’m a mountain man (raised in the Alps and being

climbing since I was a kid :-) ), but I also love the vast,

broad spaces.
White spaces which bring me the undisturbed running
of the wind, spaces of endless woods which whisper
to my heart about an unknown and primeval energy,
the one of our Mother the Earth.
Spaces which hide remote nameless mountains,
those not in fashion I mean. Places where I can find back

my affinity with the great wilderness (and therefore, with
myself), this is all I care for.
I live the mountains and the wild spaces with deep Love and Respect, 
I do not conquer them.

I am NOT a "No Limits Man", what I love is to

Listen to Nature.
A way to find back my "lost" roots.

Since years my Back to the Planet style gives ground to every

new ski traverse or ascent

which I act in remote, wild areas of our Planet

(I hate to call them exploits or expeditions…!) 

These adventures, therefore, are not acted only for myself...:

few years ago, for example, I skied (snowshoed) across whole

Alaska (from Valdez to Kaktovik) ,

during 5 months in the depth of winter,

a “trip” which had a specific goal: (click on the left)

This is also why I live in a log Cabin in the

Dolomiti Mountains (north-east Alps) nestled deep in the woods. I also often live and work

in the northern

Scandinavian Mountains of  Sàpmi (Lapland)

a place of stunning beauty

which I call my "Little Alaska"...

No water inside,

we take it from the fresh mountain stream

which runs just  few feets away...

No light except the one of candles..

No other heating than the big wood stove.

Here I raised my kid to become ...

more Sami than a Sami boy...

and wilder than the Crows he talks to 

and the wind and the spaces

and the Native  Peoples' Spirituality

he learned to breathe

and love.

Near our Cabin, in Northern part of the

Scandinavian mountains,

we also run a Wilderness Lodge

for all those who might be interested to breathe

the Real Wilds (click above).

Sharing what I learned to love from an early age is also one of my great passions

S25.jpg

1993 - Traversata invernale in cresta della Corona Imperiale delle Alpi Svizzere: dal Weisshorn al Cervino e dal Cervino al Nadelhorn passando per Taschorn e Dom.